Mad Men

Segnalo agli attenti estimatori del linguaggio cine-televisivo, che porta il cinema di qualità nello schermo casalingo della tv, la serie Mad Men, in onda da un paio di settimane sul canale Cult della solita piattaforma Sky (ormai sembra che tutto l’intrattenimento di livello sia lì).
La serie è ideata da uno degli autori de I soprano e narra le vicende, con allegati personaggi collaterali, di Don Draper, direttore creativo dell’agenzia pubblicitaria Sterling Cooper. Ambientata negli anni ’60, la serie indaga un mondo spesso preda di banalizzazione (o meglio distorsione) mediatica, l’errore che porta a vedere i mestieri creativi come tutta gioia di vivere, semplicità, divertimento, in una parola: figaggine esistenziale in cui ognuno vorrebbe essere.
Il cupo respiro di questa serie invece rende un mondo a cavallo tra un posizionamento femminile ancora casalingo/segretariale ed una volontà, ancora tiepida ma in rapida ebollizione, di emergere da una società “uomo-centrica”, e regala un fascino tutto nuovo ad un’opera che non a caso ha vinto due Golden Globes nel 2007, e che speriamo sempre di poter vedere in qualche produzione nostrana, oscillante ancora troppo spesso tra il melodrammone storico e la maresciallata all’italiana, con musichettina e bellocci in divisa.

per chi vuole ancora appassionarsi a puntate

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: